luglio 2008


Alle 07.35 mi e’ arrivato un sms dalla mia compagna : “buon compleanno” , allora capisco di quanto sia importante il fatto di avere una donna che pensa a me, con la quale si puo’ condividere momenti della vita.
Poi,  mentre arrivavo in macchina al lavoro alla radio passavano “Vita spericolata” di Vasco Rossi, subito a cercare fare un bilancio della mia vita, ma e’ un’impresa ardua e pressoche’ impossibile, sicuramente la mia non e’ una vita spericolata..
Come si fa a mettere insieme tutte le cose che ti sono capitate, separeare quelle buone da quelle cattive?
A volte cerco di pensare a come mi vedono i miei amici, le persone che mi sono piu’ care ma e’ tutto cosi’ sfumato..
Si cerca di fare un punto di tutto quello che si è compiuto, dei propri errori , sopratutto delle scelte di vita che ho fatto e delle conseguenze che ne derivano. Ma alla fine se ho scelto cosi’ ho seguito il mio carattere e quindi in definitiva penso che sia un bene.
Ma poi la mente corre a tutte le persone, agli amici che e non frequento piu’ da anni, alle donne che ho conosciuto, chissa’ che faranno adesso tutte queste persone? Saranno felici? Ci ritroveremo mai ad un Roxy bar?
Che bello sarebbe..

Con questi pensieri mai tragitto casa-lavoro fu piu’ breve.

Intanto guardate un giovane Vasco con ancora tanti capelli a S.Remo..

Ieri sera ero abbastanza nervoso, arrivo a casa verso le 18:30 ed a malinquore preparo la borsa per andare in piscina. A malinquore perche’ non ne avevo voglia, dentro di me cominciavo a cercare scuse per non andare ( c’e’ l’orto da curare, la casa da ripulire , il figlio su dai miei in montagna,..) scuse fino ad un certo punto perche’ non erano attivita’ da seguire IERI sera.

Ma in acqua ci si rilassa e dopo un breve riscaldamento sento che lo sforzo mi rilassa e comincio ad accelerare un po’ ( per le mie possibilita’ ovvio). Un classico allenamento a piramide, tutto a stile libero:

100 -200 -400 -800 – 800 – 400- 200- 100 poi alla fine altri 100 a dorso per allungare i muscoli della schiena. Sto riprendendo a nuotare meglio, e’ da maggio che cerco di nuotare 2 o 3 volte la settimana , gli effetti sull’acquaticita’ in acqua si vedono..

Cena alle 22 rilassato ed in pace con il mondo intero, Il fatto che alla Tv non abbiano trasmesso nulla che a me piaceva mi ha fatto piacere : si legge di piu’.

Oggi giornata semifestiva per Peter Rei,

ciao

sentiero nel bosco - amanite in primo piano

sentiero nel bosco - amanite in primo piano

Ieri con mio figlio abbiamo fatto un bel giro nel bosco, dalle 10 di mattina fino alle 15 e relativo pranzo ‘al sacco’.

Mio figlio si e’ recentemente appassionato nella ricerca di funghi e cosi’ siamo partiti, non all’alba perche’ non siamo veri cercatori di funghi e perche’ oltre ad una certa pigrizia del sottoscritto nelle levatacce, non mi sembra giusto arrivare poi a dover dormire la domenica pomeriggio.
Alle 10 abbiamo iniziato a camminare e dopo un’ora siamo arrivati in un posto che sembrava buono, a testimonianza del fatto che nei paraggi si vedevano parecchi funghi di tutti i tipi.
Nella foto si vedono 3 bei funghi ‘matti’ ossia non commestibili, grandi ed integri perche’ anche le lumachine del bosco li evitano, questi sono della famiglia ‘amanite’, magari anche amanita phalloides ( velenosissima), comunque anche l’estetica ha il suo peso e fanno bella mostra lungo il sentiero ( anche il famoso fungo rosso a pallini bianchi che si vede spesso nei cartoni animati di Walt Disney e’ un’amanita ed e’ velenoso anche se non mortale)
Noi raccogliamo solo i porcini ovvero i Boletus aereus e Boletus aestivalis,facilmente dstinguibili ,poi fatti seccare ( li preferisco secchi perche’ si consevano e nell’essiccazione perdono tutti gli eventuali ospiti …)
Al contrario i porcini vengono spesso smozzicati da questi animaletti, eccone uno appena spuntato, quando l’ho visto ho pensato, per una volta di immortalare l’evento:

boletus aestivalis

boletus aestivalis

Miio figlio ne ha trovati parecchi: fosse bravo a scuola come a cercare i funghi…Adesso e’ appassionato nella ricerca di funghi , anche dopo ore e ore di ricerca continua imperterrito a cercare sotto ogni pino, in ogni piccolo anfratto : il gusto del ritrovamento e’ per lui fonte di notevole felicita’, poi non e’ che li gusti particolarmente a tavola, al contrario di suo padre.

Alla fine quasi 2kg ed ecco il risultato:

Incipit
Molti anni dopo, di fronte al plotone di esecuzione, il colonnello Aureliano Buendìa si sarebbe ricordato di quel remoto pomeriggio in cui suo padre lo aveva condotto a conoscere il ghiaccio….

 


Ho letto questo libro al mare: Gabriel Garcia Marquez inventa il fantastico villaggio di Macondo con tutti i suoi personaggi: mi sembra proprio un libro “sudamericano”.
Premesso che non ho la preparazione e la cultura letteraria per scrivere recensioni di libri,  quello che mi ha colpito di piu’ di questo libro e’ che dal capostipite e fondatore di Macondo Josè Arcadio Buendia in un secolo si passa attraverso varie generazioni all’ultimo Buendia, tutti i nomi sono Arcadio o Aureliano, per ricordarsi tutti i legami bisognerebbe costuirsi l’albero genealogico con carta e penna, ma anche i personaggi femminili sono descritti cosi’ bene..
Quanti spunti di contatto con la realta’ sudamericana troviamo nell’inventato villaggio di Macondo? Secondo me tantissimi.”

Con questo libro scritto nel 1967 Marquez vinse il Nobel per la letteratura nel 1982.

Ho conosciuto l’autore leggendo qualche anno fa “Il generale nel suo labirinto” una pseudo biografia dell’ultimo periodo di vita di Simon Bolivar, da qui la scelta di leggermi forse la sua opera piu’ importante quando passando nelle bancarelle ho visto questo libro.

Massima per il week-end : “Non ho mai il tempo necessario per essere puntuale” oppure come dice Lord Henry Wotton “La puntualità è ladra del tempo”

Da buon appassionato/praticante di nuoto stavo curiosando sul sito americano www.goswim.tv in cerca di qualche novita’.
E’ uno dei migliori siti in questo campo, al suo interno trovo parecchio materiale utile per impostare allenamenti ed esercizi vari, oltre al forum al quale i fondatori del sito mi rispondono sempre.

Quello che voglio sottolineare e’ pero’ è la traduzione di google dall’inglese all’italiano:

Ecco un testo su un esercizio per migliorare lo stile a delfino:

“Butterfly 3-3-3 is a simple drill that allows you to train fly longer, and keep your rhythm in check.   We asked our friend McKenzie to demonstrate the drill (one of her favorites), and show how it’s helped her develop her butterfly”

Eseguo la traduzione cliccando sulla bandiera italiana:

“Farfalla 3-3-3 è un semplice trapano che vi consente di insegnare a volare più a lungo, e mantenere il suo ritmo in scacco.  Abbiamo chiesto il nostro amico McKenzie di dimostrare il trapano (uno dei suoi favoriti), e mostrare come è aiutato a sviluppare la sua farfalla.”

Il risultato è spassoso, con simpatiche allusioni quasi pornografiche..

Nell’inglese ci sono vocaboli il cui significato dipende dal contesto, come drill che nel contesto sarebbe ‘esercizio tecnico’ se vado pero’ su un sito di utensili drill=trapano.
Come “rhtym in check” ossia “ritmo sotto controllo” ma check = scacco? Io so che scacchi in inglese e’ scritto chess, boh.

learning to fly

learning to fly

Morale : chi pensa di poter evitare di imparare l’inglese contando sulla potenza dei traduttori si sbaglia.
Buon giorno a tutti.

Un professore di filosofia, in piedi davanti alla sua classe, prese un grosso vasetto di marmellata vuoto e cominciò a riempirlo con dei sassi, di circa 3 cm. di diametro. Una volta fatto chiese agli studenti se il
contenitore fosse pieno ed essi risposero di sì.

Allora il professore tirò fuori una scatola di piselli, li versò dentro il vasetto e lo scosse delicatamente. Ovviamente i piselli si infilarono nei vuoti lasciati tra i sassi. Ancora una volta il professore chiese agli
studenti se il vasetto fosse pieno ed essi, ancora una volta, dissero di si.

Allora il professore tirò fuori una scatola piena di sabbia e la versò dentro il vasetto. Ovviamente la sabbia riempì ogni spazio vuoto lasciato e coprì tutto. Ancora una volta il professore chiese agli
studenti se il vasetto fosse pieno e questa volta essi risposero di sì, senza dubbio alcuno.

Allora il professore tirò fuori da sotto la scrivania, due lattine di birra e le versò completamente dentro il
vasetto, inzuppando la sabbia. Gli studenti risero. “Ora,” disse il professore non appena svanirono le risate, “voglio che voi capiate che questo vasetto rappresenta la vostra vita.

  • I sassi sono le cose importanti ? la vostra famiglia, i vostri amici, la vostra salute, i vostri figli: le cose per le quali, pur se tutto il resto andasse perduto, la vostra vita sarebbe ancora piena.
  • I piselli sono le altre cose per voi importanti: come il vostro lavoro, la vostra casa, la vostra auto.
  • La sabbia è tutto il resto.. La piccole cose.” 

Se mettete dentro il vasetto per prima la sabbia, ” continuò il professore ” non ci sarebbe spazio per i piselli e per i sassi . Lo stesso vale per la vostra vita. Se dedicate tutto il vostro tempo e le vostre energie alle piccole cose, non avrete spazio per le cose che per voi sono importanti.
Dedicatevi alle cose che vi rendono felici: giocate con i vostri figli, portate il vostro partner al cinema, uscite con gli amici. Ci sarà sempre tempo per lavorare, pulire la casa, lavare l’auto. Per prima cosa prendetevi cura dei sassi – le cose che veramente
contano. Fissate le vostre priorità.. il resto è soltanto sabbia.” Una studentessa allora alzò la mano e chiese al professore che cosa rappresenta la birra.
Il professore sorrise. “Sono contento che me l’abbia chiesto. Era giusto dimostrarvi che non importa quanto piena possa essere la vostra vita, perché c’è sempre spazio per un paio di birre!”

Sembra facile saper distinguere tra i sassi e la sabbia ? Io penso di no

NEW YORK – Il Fondo Monetario Internazionale rivede al rialzo le stime di crescita per il Mondo, l’Europa e anche l’Italia: sia nel 2008 che nel 2009 il Pil italiano segnerà un +0,5%. Ma lascia aperti scenari negativi e il nostro Paese, comunque, resta in coda alla classifica Ue.

Nel nostro mondo c’e’ sempre bisogno di crescita, negli USA se la crescita del PIL non e’ almeno dello 0,5% all’anno si e’gia’ in recessione.

Questo e’ quanto ci dice il Fondo monetario internazionale unito a tutti i piu’ autorevoli associazioni e dai nostri governanti,sia di destra che di sinistra.

Per crescere vuol dire che bisogna aumentare la produttività: tutti dobbiamo produrre di piu’, ogni azienda deve vendere piu’ prodotti e noi dobbiamo comprare di piu’ : cosi’ il PIL crescerà.
Cambiamo più spesso l’auto, il telefonino, vacanze piu’ costose in alberghi piu’ lussuosi. Chi ha famiglia come fa?
Fai straordinari se puoi, cercati un secondo lavoro cosi’ guadagni di piu’. Poi se trascuri i figli che cosa conta?
Anzi si guardano un po’ di tele in piu’, poi vuoi mettere la soddisfazione a compragli ogni anno zaino ed astuccio delle Brats o dell’uomo ragno?
E l’effetto serra? Il deserto che avanza? Le alpi con sempre piu’ pioggia e meno neve? Tutto da dimostrare, tutte teorie.
Come se il pianeta fosse infinito con infinete risorse.
Alcuni mi dicono che parlo cosi’ e posso fare certi discorsi perche’ ho ‘la pancia piena’, ossia ho un lavoro ‘abbastanza’ sicuro altrimenti ragionerei in modo divero.
Ho pero’ un cellulare vecchio modello che va bene, non fa foto ne filmati ed ha uno schermo in bianco e nero, un’auto di 10 anni che mi va benissimo e che terro’ finche posso, uso sempre la bici..
www.decrescita.it

 

Massima per il week-end : “Se vuoi che i tuoi sogni si realizzino non devi dormire”.

Pagina successiva »