Se partecipare o meno alla travesata del lago, decidero’ domani.

Stamattina ho un po’ di bruciore in gola, ma dopo l’allenamento di ieri in piscina non posso certo pretendere di stare benissimo.
Ecco l’allenamento di ieri sera:
1500 mt.
10x100mt.
400 mt.
200 mt. solo gambe
400 mt.
Tutto a stile libero.
E tutto come da programma, pero’ la velocita’ e’ calata, in una settimana di inattivita’ i muscoli perdono di tono.
Solo rallentanto di parecchio l’andatura riesco ad avere una nuotata decente: rispetto a 10 giorni fa ho perso parecchio, ma fa nulla, del nostro gruppo siamo rimasti in 3 ( in 2 se mi ritiro anche io…).
Il lago fa sempre paura e fanno paura le previsioni meteo danno brutto, temporali e pioggia e questo non mi favorisce.
Il Mau…uno dei 2 che sono nel mio gruppo del nuoto al contrario e’ allenatissimo e velocissimo, ieri sera con la muta da nuoto nera che arriva fino alle caviglie sembrava rispetto a me un Ian Thorpe in miniatura, andava che e’ un piacere, nei 1500 iniziali non so quante vasche mi ha dato,so che continuava a passarmi. Lui fa la danza della pioggia, se piove e fa freddo c’e’ meno concorrenza e si piazzera’ meglio in classifica : bastardo!

Ho gia’ fatto la traversata, nel 2005 e nel 2006, allora senza alcuna muta, la muta ti aumenta il galleggiamento ma se non e’ specifica per il nuoto ti lega un po’ la spalla mentre nuoti: la mia e’ da wind-surf, se vado la uso di sicuro.
A volte mi chiedo che cosa spinge un ultra quarantenne come me a fare queste cose?

Buon week end ai pochi che mi leggeranno

Annunci