Siamo assieme dal lontano 1991, anno in cui, non so perche’ ancora da studente a pochi mesi dall’esame di laurea decisi di iscrivermi all’Associazione Volontari Italiani di Sangue.

Per diventare donatore ci sono delle visite di controllo tra le quali c’era il prelievo di sangue. Al prelievo  c’era una graziosa infermiera ma inesperta, armeggiava con l’ago, al secondo tentativo si lascio’ scappare “non trovo la vena”: comincio’ a venirmi il mal di stomaco che prelude lo svenimento. Pallidissimo ci volle mezz’ora prima di riprendere con questo prelievo..Cominciamo male.

Sono passati 17 anni da allora.
Ieri sono stato ancora a donare il sangue, o meglio il plasma dopo che avevo gia’ detto di no a 2 chiamate, con quella di ieri sono arrivato a quota 31 donazioni.
31/17=1,82 donazioni all’anno di media, non tantissimo ma dobbiamo tener conto che c’è stato il periodo da ciclista in cui il valore dell’emoglobina era vicino ai minimi x essere donatore, in cui  donavo il plasma si e no una volta l’anno.
Per una persona che fa vita sedentaria la donazione non ha in pratica effetti collaterali, al contrario  per uno sportivo la donazione di sangue e’ come una sorta di doping all’incontrario, si vanno a togliere le parti corpuscolate, il cui processo di ripristino è molto più lungo rispetto alle parti liquide, per riavere lo stesso numero di globuli rossi occorrono circa 10-12 giorni, dovuti in gran parte al fatto che un ciclo emopoietico completo dura una settimana circa. Quindi le donazioni vanno fatte lontano dai periodi agonistici.
Per questo ho spesso scelto la donazione del plasma, ossia della parte ‘liquida’ del sangue il cui ripristino e’ molto piu’ veloce.
Che differenza fa tra donare il sangue ed il plasma? ( domanda x i non donatori…)
Donare il sangue e’ semplice si mette la siringa ed e si estraggono 450ml di sangue( per noi maschietti) in un lasso di tempo che va dai 15 ai 20 min.
Donare il plasma vuol dire che si mette la siringa ed il sangue entra per circa 90ml alla volta in una macchina che ne estrae il plasma per restituirne il sangue senza plasma nel nostro organismo e via cosi’ fino ad estrarre 600 ml di liquido giallognolo, simile alla pipi’, il plasma appunto.


Come ho gia’ scritto, il vantaggio della plasma aferesi ossia della donazione di plasma e’ che i globuli rossi non vengono donati, di contro la donazione di plasma e’ piu’ lunga perche’ si sta collegati 50 min circa.
Per maggiori e migliori informazioni : http://www.avis.it/usr_view.php/ID=1336

Tornando all’altro ieri, il giorno della donazione devo dire che mi fa piacere tornare nell’ambulatorio, ci sono le stesse infermiere di anni fa, siamo invecchiati assieme. In particolare sono affezionato a Paola, ha una mano fatata ti mette il grosso ago da prelievo ( l’ago e’ grosso perche’ non deve rompere i globuli rossi )  e senti solo un leggero pizzicorino iniziale.
Paola ha qualche anno piu’ di me, alta e professionale ma con molta umanita’ negli atteggiamenti: l’infermiera ideale.
A novembre c’e’ la cena annuale dell’AVIS, in un immensa sala congressi arrivano tutti i donatori della provincia , si mangia e si beve gratis ovviamente per noi donatori,  ma a me non piace la ressa per cui sono anni che non ci vado.

Il mio gruppo e’ lo zero, e la seguente tabella spiega perche’ spesso mi contattano per le donazioni:

Donatore di gruppo può donare ad un soggetto con
gruppo
A A,AB
B B,AB
AB AB
0 A, B,AB ,0
Annunci