E cosi’ da giovedi’ sera, parte da un pizzicore in gola, poi raffreddore testa pesantissima e tosse con una leggera bronchite.
Da un anno a questa parte mi capita ogni tanto e puntuale arriva anche ora, al cambio di stagione.
Forse ho i polmoni deboli, forse sono sempre occupato in varie attivita’ , lavoro , sport, gestione  area agricola.


Sono stato dai miei venerdì: ” Non puoi andare avanti cosi’!!Devi rinunciare a qualcosa , per forza che poi ti ammali cosi’ spesso, non vedi che sei uno straccio? Poi non hai piu’ vent’anni!”
Beh uno straccio, ho fatto i 400 a stile in 6′ e 10″ il mio record personale, giusto l’altro ieri pensavo..Ma e’ vero: non ho piu’ vent’anni anche se per me questa e’ un’età bellissima e vorrei si fermasse il tempo.
Ma a cosa posso rinunciare?
Al lavoro non posso rinunciare dovrei rinunciare al nuoto ( 3 allenamenti alla sett) , ai giri in montagna con gli amici e con mio figlio,  oppure all’area agricola: impossibile.
So gia’ che non rinuncero’ a nulla, poi magari mi sarei ammalato lo stesso.
Ma e’ vero il tempo mi scorre velocissimo, dalla mattina alla sera, arrivo a cenare sempre tardi senza mai un minuto di pausa.
Invece da malato, sono stato 2 giorni in casa, Sabato e Domenica in completo riposo, ma tosse e raffreddore persistono: oggi , lunedi’ devo essere per forza presente al lavoro quindi so gia’ che mi trascinero’ tutto per un po’ di giorni.
Nel sedentario week end ho guardato tv, bella la corsa di F1 a Monza,  e letto un po’ di piu’ , finito di leggere Siddarta di Hesse ed ho iniziato un nuovo romanzo di Andrea G. Pinketts: “L’assenza dell’assenzio” vedremo poi com’e’ anche se non mi sembra il mio genere..

Annunci