Sono a tradurre e mettere insieme quanto ho trovato su http://www.goswimm.tv , questo perché costituisce un ottimo spunto per noi nuotatori di livello amatoriale che abbiamo l’obiettivo di migliorare la nostra efficienza.

Fase uno: contiamo le bracciate

Quando si cerca di migliorare l’efficienza di nuoto viene spontaneo ridurre le bracciate, anche se non sempre a questo corrisponde ad una bracciata più redditizia.

Scopo di questa fase è quello di avere un’idea di quante bracciate impieghiamo per vasca, supponendo nel mio caso di nuotare in vasca corta da 25metri.
1) Cominciamo a nuotare a stile libero per un tratto di circa 400 metri CONTINUI e solo DOPO contiamo quante bracciate ci si impiega per fare una vasca, andiamo avanti cosi’ per altri 200 metri circa in modo da sapere quante bracciate usiamo per una vasca.
Poniamo X come numero di bracciate per compiere UNA vasca da 25 metri
2) Ora dopo aver riposato un po’ proviamo a nuotare UNA vasca cercando di usare X-1 o anche X-2 bracciate, per fare questo basta rallentare un po’ la cadenza di bracciata e cercare di scivolare un po’ di più nell’acqua.
3) Ora sempre dopo aver riposato un po’ proviamo a nuotare UNA vasca cercando di usare X-3 o X-4 bracciate arrivare a tanto basta stare ad ogni bracciata con un braccio in massima estensione e l’altro indietro per qualche secondo.
4) Torniamo a nuotare senza la pausa in allungo di cui al punto 3 , usiamo un po’ di più le gambe e vediamo per UNA vasca quante bracciate ci servono, di solito sono X-1.

Fatto questo riproviamo a nuotare per almeno 50 metri, ma l’ideale e’ arrivare a 200metri o meglio ancora a 500 metri contando quante bracciate usiamo per vasca. Riusciamo a mantenere un ritmo che per noi è normale con X-1 bracciate?

Ecco il video

Alla fine dovremo avere un numero fisso sui 50 metri ( in vasca corta da 25) sostenibile anche per distanze piu’ lunghe fino a 1000 – 1500 metri SENZA TENER CONTO DEL TEMPO. Fissiamo questo numero come Y e passiamo alla fase 2.

Prova personale.
Dopo la traversata sono stato senza nuotare per qualche settimana . Venerdi’ scorso sono andato in piscina per mantenermi ‘in confidenza’ con l’acqua, dopo aver seguito i punti 1.2.3 ed essermi accorto di quanto poco tempo ci voglia per perdere il feeling con l’acqua ecco i miei risultati:
Nel mio caso Y = 35 ( 17 per i primi 25 e 18 al ritorno )
Questo è un valore per me sostenibile, probabilmente migliorabile, c’è da rilevare che basta un calo di concentrazione, una bracciata fatta male, ovvero non in presa sull’acqua che il valore sale. Tuttavia ho nuotato 400 metri con 35 bracciate ogni 50 metri.

Annunci