Pubblico oggi quanto avevo preparato, purtroppo dall’inizio dell’anno son fermo per un raffreddore mal di gola che , da malanno di stagione si è trasformato in una sinusite.

Mi riferisco dunque a 15 giorni fa, quando mi allenavo ancora ed ho potuto apprezzare i benefici del metodo Total immersion.

Il confronto è con i compagni di allenamento nell’allenamento settimanale con i master.
Ecco il miglioramento:
1) confidenza con la velocità ovvero piu’ che migliorare sul tempo in assoluto ho migliorato sulla tenuta del ritmo, segno in un migliore assetto in acqua. Prova ne è che ho bisogno di meno tempo , rispetto agli altri, per recuperare tra una prova e l’altra.
2) mantenimento stesso numero di bracciate: ovvero a stile libero ora posso girare a 17-18-19 bracciate anche per tante vasche filate ( 500-600 metri) mentre prima , dopo circa 200 metri salivo a 20-21
3) meglio anche nei misti, me la cavo a delfino anche se arrivo al massimo a 100 metri e meglio ancora nel dorso favorito dalla spinta di gambe.

Il grosso vantaggio del metodo TI è quello del coinvolgimento “mentale” durante gli allenamenti, il fatto di dover migliorare l’efficienza ti fa rimaner concentrato ed allo stesso tempo eviti di dedicarti sempra alla ricerca della velocita’ spingendo come un “mulo”. In questo modo ogni allenamento diventa una sfida con sè stessi e risulta al contempo meno stressante.

Purtroppo la sinusite mi ha bloccato, forse dovuta alla piscina, forse sara’ stato il freddo preso in montagna, fatto sta che l’anno è iniziato malissimo dal punto di vista sportivo.
Da stasera riprendo gli allenamenti, sarà dura ma penso di tornare al livello di fine anno nel giro di 2 o 3 settimane, almeno lo spero.

Annunci