Prossimamente scrivero’ sulla mia traversata del lario, di domenica scorsa ma ora voglio celebrare i ‘campeones’ ed in particolare mi è rimasto simpatico l’allenatore
o meglio il selezionatore, Vicente Del Bosque.
Passa abbastanza inosservato con l’aria imperturbabile e la pancetta da pensionato tranquillo oppure
sembra il capo della portineria dell’ospedale, oppure lo zio buono che con lo squardo ti ammonisce.

Ma è solo un’inpressione, Vicente ha vinto molto:
Da giocatore ha vinto cinque scudetti e quattro Coppe del Re con il Real Madrid e come allenatore ha vinto 2 champions league, sempre con i bianchi.
Fu esonerato da Perez quando si voleva fare dei “galacticos” una squadra stellare..
Il suo compito come c.t della Spagna era ingrato e difficile, con molto da perdere perche’ Vicente sostituì Aragones c.t della Spagna campione d’Europa nel 2008.
Ecco cosa disse il 1° maggio scorso dopo che il Barcellona fu eliminato dall’Inter in champions league:

Quello che è successo mercoledi, è un riflesso di ciò che può accadere a noi, perchè il calcio è cosi.
Una squadra che è tecnicamente superiore, che domina assolutamente la situazione ma che è incapace
di vincere così come il Barcellona sull’Inter!
Penso che questi avvisi vengono al momento giusto e non possiamo ignorarli.
Chi non vuole capire questo vive al di fuori della realtà.
Dobbiamo quindi stare attenti anche noi al Mondiale, visto che qualsiasi squadra che lavora insieme e si riunisce e ha l’energia per uscire in contropiede e può fare danni

Al mondiale ha esordito con la sconfitta contro la Svizzera, ma imperturbabile alle feroci critiche anche da parte dell’ex c.t. Aragones, ha dato fiducia a Torres ma ha saputo sostituirlo con Pedro, ha saputo sostituire David Villa il cannoniere quando era sfiancato dopo un’ora abbondate di gioco contro la Germania e contro
l’Olanda…
Così ci siamo finalmente accorti che Vicente è vincente.

Annunci