ottobre 2010


Era un nuotatore di altissimo livello, aveva 26 anni. Arrivò 3° nella 10 Km dei mondiali di Roma. Sabato c’era una gara di coppa del mondo a Fujairah negli Emirati Arabi. La tragedia forse poteva essere evitata e forse no, l’acqua era calda sui 30° circa.
Il percorso era di 10 Km , 5 giri da 2k ciascuno, l’atleta era apparso gia’ affaticato e molto scoordinato nel penultimo giro: andava fermato e fatto salire sulle barche che pattugliano il percorso.
Invece no, una superficialità incredibile viene scambiato per affaticamento uno stato che è l’anticamera della morte.
Per attacco cardicaco muoiono molti sportivi, quando si corre a piedi, in bicicletta o durante una partita di calcio o di basket, pero’ mi sembra proprio che l’organizzazione non sia esente da colpe.
E si rimane sgomenti nello spegnersi di una vita cosi’ :

Annunci

Mi è capitato anche martedì dopo l’allenamento “serale” di sentirmi dire da una brava e simpatica ( mi fermo qui..) nuotatrice della corsia accanto la frase: “Vedo che tu hai una buona tecnica quindi anche il poco allenamento incide poco sulla tua velocità!!”. Questo perchè son rimasto in pratica un mese senza allenarmi..
A parte il fatto che il fatto che io abbia una buona tecnica è del tutto relativo, lei sosteneva che chi ha una buona tecnica di nuoto può “vivere di rendita”.

In realtà è il contrario, chi ha una buona tecnica perde molto se non si allena o meglio sarebbe dire guadagna molto se si allena, ma perchè ?
Perchè il feeling con l’acqua si perde abbastanza presto. Siamo animali di terra, l’acqua non è il nostro elemento naturale, per questo se rimango settimane senza nuotare ho una certa difficoltà a riprendere il livello di nuotata che avevo prima.

Quello che ci fa nuotare male è l’istintiva paura di annegare, tanto che consumiamo quasi tutta la nostra energia per stare a galla e solo una piccola parte viene usata per avanzare.

Il fatto di perdere parecchio, in termini di prestazioni quando non ci si allena è positivo perchè vista al rovescio vuol dire che con l’allenamento si guadagna parecchio.

Tornando a tartassare i nuotatori “muscolari” ovvero quelli che si allenano secondo il motto “nuota e fai fatica che migliori” c’è da dire che loro perdono meno quando rimagono senza allenarsi perchè in realtà guadagnano poco quando si allenano!!

Alla nuotatrice ho risposto semplicemente cosi’
“Primo: non ho una buona tecnica perchè non hai visto i nuotatori veramente bravi”
“Secondo: anche e sopratutto la tecnica va allenata..”

Era ora, finalmente dopo un tentativo e conseguente ricaduta, questa settimana riprendo a nuotare
e così torno qua a scrivere.
Non scrivo di politica e di impressioni perchè c’è gente più brava di me, l’unico evento veramente
positivo è stato il salvataggio dei minatori cileni: un messaggio di positività ed ottimismo per una
tragedia che è stata evitata.

E che dire mi accorgo di quanto si perda a stare lontano dall’acqua e di quanto macchinosi e lenti diventino i nostri gesti in acqua e però di come pian piano si riprende e ci si senta piu’ tonici.
Alla sera quella piacevole stanchezza che ti fa riflettere e poi assopire davanti alla Tv.
Niente tabelle, niente tempi e niente per tempo trainer per questa settimana, si nuota e basta…

Siamo alle solite, purtroppo il cambio di stagione mi ha messo a terra. Un contagiosissimo virus ha contagiato me e chi mi sta vicino…
E’ da 10 giorni che non nuoto, dopo una fase acuta di leggera febbre malessere, linfonodi gonfi ora mi rimane il raffreddore ed un senso di stanchezza.

C’e’ chi dice che con il raffreddore si può nuotare, addirittura alcuni sostengono che se il malessere e’ dal collo in su si puo’ nuotare, se è dal collo in giu’ no ( bronchite, tonsillite , polmonite..).
Io penso che sia meglio aspettare tempi migliori..E comunque è da evitare l’uso e l’abuso di farmaci che ci aiutano a mitigare i sintomi ( brufen & tachipirina ) e contemporaneamente continuare a nuotare.
Ieri sera dopo 10 giorni di stop ( stop dal nuoto perche’ dal lavoro d’ufficio non ho smesso…) mi son deciso a tentare un allenamento.
Ieri sera ho nuotato pian piano ma mi sentivo proprio a terra, vedremo ma le sensazioni non son certo
delle migliori..