Ovvero nuota sciolto.
Il sito swim Smooth ( http://www.feelforthewater.com/ ) ha una grafica accattivante. E’ un sito australiano.
Siccome è da un po’ che mi documento di nuoto in rete penso di avere acquisito una certa conoscenza dei vari siti. Questo sito merita una visita perchè ci dà una serie di indicazioni e di foto utili ma poi manca la sostanza.
Ad esempio mi parla di vari difetti di nuotata e di bracciata, ma come faccio a correggerli? Come faccio
a migliorare l’efficienza?

Una delle ultime recensioni è d’esempio:
“Contare le bracciate per vasca fa diminuire la nostra efficienza e danneggia le spalle”

Ecco le motivazioni
1) Il numero di bracciate per vasca è influenzato dalle nostre caratteristiche fisiche, chi è alto ed ha leve lunghe impiega meno bracciate
2) E’ facile avere un basso numero di bracciate per una vasca, ma poi il numero di bracciate aumenta di parecchio all’aumentare della distanza
3) Spesso chi conta le bracciate tende ad avere una frequenza lenta e si trova ad avere dei tempi morti di
scivolamento alti ed altrettanto spesso si trova a dover tirare la bracciata in posizione “piatta” ed a sovraccaricare
i muscoli della spalla

Ecco il mio parere.

1) Ovvio che a parità di livello una persona alta 2m usera’ meno bracciate di una alta 1,65m. Ognuno si fissa il suo numero di bracciate e cercherà di abbassarlo, mica si usano i valori assoluti..
2) Anche qua è ovvio che se faccio 25 riesco ad impiegare 16 bracciate e se ne faccio 40 avrò una media più alta ma il nostro obiettivo è proprio questo: mantenere un basso numero di bracciate anche sulla distanza
3) Anche questo è tutto da vedere, può essere vero qualora si cerchi a tutti i costi di nuotare con poche bracciate come se uno cercasse di barare contro se stesso tipo “ecco riesco ad usare solo 14 bracciate per vasca” ma poi in realta’ invece che nuotare esegue esercizi rimanendo senza muoversi per qualche secondo con un braccio in allungo..

A me non sembrano motivazioni tanto sensate, come se dicessi “correre fa male perchè ieri ho corso per 30Km ed oggi ho le gambe a pezzi”.
Il fatto di contare ogni tanto le bracciate per vasca ci da’ un’idea di come stiamo andando. Ieri per esempio nelle ripetute da 200 , con il TT settato a 0.96 ogni tanto contavo le bracciate capivo che verso la fine stanco, arrivavo a 22 bracciate : stavo andando “fuori giri” ovvero perdevo di parecchio in efficienza quindi era ora di smettere..
Specialmente chi nuota da adulto , chi si allena da solo senza un istruttore che lo segua ha bisogno di sondare la propria efficienza ed il conteggio delle bracciate ci da una mano notevole.

Annunci