Sabato ho partecipato al “meeting” dei master.
Finora son sempre stato un po’ recalcitrante a partecipare a queste competizioni, principalmente perchè pensavo e lo penso tutt’ora che i master sono nati come competizione per ex agonisti , infatti master sarebbe una sorta di “maestro” in onore di un agonista che , su di età partecipa a queste competizioni.
La Federazione Italiana Nuoto organizza anche in Italia il circuito Master.
Gareggiare con i veri master è un impresa ardua per me, in pratica si riduce ad una lotta per non arrivare nelle ultime posizioni, in pratica c’è una gara nella gara ovvero davanti si scontrano gli ex agonisti , dietro si scontrano quelli che come me hanno iniziato a nuotare da adulti.
Tuttavia ho gareggiato anche perchè la piscina di gara era “la mia” ovvero giocavo in casa..Una volta tanto ho evitato la solita levataccia all’alba: mi son bastati 5 min a piedi..
Purtroppo c’erano solo gare corte ho quindi scelto le piu’ lunghe i 400 stile libero ed i 200 misti. La mia gara era la prima, ma gia’ che c’ero ho voluto provare con i misti anche perchè le altre gare erano tutte su 50 o 100 metri.
Grande era la tensione, perchè come master proprio non avevo esperienza, c’era la partenza, le virate e così via..Poi quando sali sul blocco di partenza e senti chiamare il tuo nome pensi “ah ci siamo ora me la gioco tutta” e ti senti un pò bloccato dall’emozione.

Nei 400 metri sono andato benino anche se non sono proprio abituato a dare tutto su questa distanza, in pratica sono arrivato che ne avevo ancora per farne altrettanti e cosa ancor piu’ grave ho perso il conteggio delle vasche facendo 50 metri in più!! Dovrebbe essere stato ai 200 metri ovvero alla 4° virata dal lato della partenza, ho contato 2 volte quella virata cosi’ invece che sprintare alla fine ho sprintato dopo .. Nel ritorno ho visto tutti fermi là alla partenza..le imprecazioni escono da sott’acqua nelle bolle..Vabbe’ che ci vogliamo fare, avrei limato qualche secondo ma nulla di piu’ , ho chiuso in 6’21”.
L’anno scorso nelle prove giravo ben piu’ alto quindi è per me un buon tempo, calcolando la media sui 100 metri ho girato in 1’35”.25. Abbastanza bene anche se dovevo osare di piu’ . Me lo hanno detto, siccome ho una bracciata abbastanza lunga, visto da fuori sembrava che andassi “a spasso” e non fossi in gara…C’e’ da dire che solo nelle ultime 2 settimane ho lavorato con il TT sulla frequenza…e poi quante volte ho provato i 400 m negli ultimi mesi? Nessuna.
Nei 200 misti ho cambiato tattica, son partito al massimo impegno e già dopo 35 metri ho dovuto calare un po’ , tuttavia bene a delfino e buona difesa nel dorso , tanto che ero in testa nella mia batteria ai 100 metri. Poi l’atteso disastro nella rana, il mio stile peggiore accentuato anche dalla fatica della partenza veloce, tanto che mi trovo 5° ai 150 metri e non mi basta lo stile libero ( ero esausto) a guadagnare posizioni, chiudo in 3’27”..ma va bene cosi’..Son stato attento a toccare bene nelle virate dato che queste sono occasioni per qualifiche.
Dopotutto il bilancio è positivo anche se guardando i tempi dei piu’ forti nella mia categoria mi dovrei demoralizzare, ma sto migliorando, poi c’e da tener conto che la media dei miei allenamenti settimanali dal 13/9 a ieri è di 2,5 ovvero cerco di tenere i 3 allenamenti a settimana..Ma per i bilanci c’e’ tempo…

Annunci