Spulciando nel forum del totalimmesion ho trovato queste informazioni, relativamente a diverse modalità di allenamento.

  • Bassa frequenza/Bracciata facile.
    Applicazione warm -up/facilita’ di applicazione focal point/affinare tecnica
  • Bassa frequenza/Bracciata “intensa”.
    Applicazione focal point/massimizzare scivolamento e propulsione/allenamento forza senza creare turbolenza
  • Alta frequenza/Bracciata facile.
    Cambi di velocità/Mantenimento scioltezza in velocità/mantenimento entrata pulita senza turbolenza/
    capacita’ di respirare in velocità.
  • Alta frequenza /Bracciata “intensa”.
    Qua si mette tutto insieme: ritmo gara, test, capacita’ mentale e fisica di restare rilassati anche sotto stress.

I 2 tipi intermedi , ovvero il 2 ed il 3 si possono paragonare, nel ciclismo, rispettivamente alle salite di forza SFR ( Salite Forza Resistente) ed alla pedalata agile a buona velocità.
Ultimamente quando mi alleno da solo mi accordo di prediligere il tipo 2, ovvero a bassa frequenza cercando la bracciata lunga.
Vedendomi da fuori si ha l’idea di un nuotatore che nuota sciolto perchè ha una bassa cadenza ma invece faccio una fatica boia.
Se cerco di mantenere 17 colpi per vasca su distanze da 100 m e più arrivo alla fine veramente stanco!!
Per me bassa frequenza vuol dire il tempo trainer impostato sopra 1.10 ovvero sotto le 54 bracciate al minuto.
Bracciata facile vuol dire 19/20 colpi x vasca, non di meno.

Annunci