Non era nei miei programmi ma nel fine settimana c’erano 2 condizioni favorevoli:

  • Avevo tempo
    libero
  • La situazione meteo era disastrosa: pioggia battente e continua

Cosi’ ho approfittato per macinare un pò di vasche, circa 4,5Km al sabato e 3,5Km alla domenica.
Ora sento il collo indolenzito ma alla fine sono uscito bene dal weekend, inutile dirlo che le sensazioni migliori le ho avute alla domenica, dopo un avvio un pò legnoso sono riuscito a raggingere livelli di efficienza pari all’anno scorso, quando ero all’apice della mia condizione di nuotatore.

In questo periodo cerco di migliorare il mio rendimento a ritmi medio lenti, quindi imposto
il Tempo Trainer tra 1.25 e 1.10 poi lavoro su ripetute di 50/100/200/400 mt
Ieri nelle prove da 100mt giravo abbastanza sciolto in 1’36”: finalmente erano mesi che non arrivavo
a questi livelli!!
Mi rendo conto che per nuotatori agonisti son tempi ridicoli, ma per me che ho iniziato a nuotare seriamente da pochi anni,che adesso ho 48 anni suonati son comunque un buon successo.
Il mio programma futuro sarà di orientarmi sempre sull’efficienza, quindi cercherò di abbassare i tempi
sui 400 metri, dato che dopo i 100 mt l’efficienza tende a calare drasticamente.
Faccio un esempio, se metto il TT a 1.25 ( ovvero 48 bracciate/min) i miei tempi sono:

Distanza Tempo impiegato Diff. ritmo prec
50m 50″ —-
100m 1’42” 2″
200m 3’31” 7″
400m 7’30” 28″

Nella terza colonna ho messo quanto perdo sul tempo finale rispetto alla riga superiore.
Es, se ci impiego 50″ sui 50mt , nei 100mt dovrei metterci 1’40” , se nei 200mt ci impiego 3’31” sui 400 dovrei metterci 7’02” , e così via.
In particolare si vede che dai 200 ai 400 perdo 28″ non poco.

Annunci