novembre 2013


Questo è il link sul tubo…

Peccato per l’acqua torbida..è mostrato in quella che si chiama “endless pool” ovvero una piccola vasca con generatore di corrente contraria, cmq penso renda l’idea.
Ieri sera l’ho di nuovo sperimentato in vasca e devo dire che aiuta..
Nello specifico ho fatto 2 volte un 4×50 andata con l’esercizio ( si va molto lenti…) ritorno a stile libero normale, vale la pena di inserirlo negli allenamenti.

    I benefici che ho riscontrato sono:

  • posizione neutra della testa, collo rilassato e guardare il fondo della piscina, aiuta perchè le braccia non sono avanti ma lungo i fianchi
  • rotazione: si ruota senza usare le braccia o spalle ma con i muscoli centrali del nostro corpo ( core muscles) come dovrebbe essere

Per quanto riguarda la respirazione conviene andare per gradi , all’inizio si respira alla bisogna, con comodo con la pancia all’aria, poi man mano che ci si impratichisce con l’esercizio si può fare contando le gambate, ogni 3/5/7 respirando su un fianco come nella nuotata a stile libero. Come per tutti gli esercizi va fatto con calma e senza andare in affanno.

    Importante:

  1. non esagerare con la rotazione delle spalle che non devono mai trovarsi una sopra l’altra ma a 45 gradi rispetto alla superficie dell’acqua.
  2. non esagerare con la battuta delle gambe per cercare di andare più forte, bisogna concentrarsi su i 2 punti elencati sopra ovvero collo rilassato e rotazione usando le anche. Non bisogna preoccuparsi di arrivare subito in fondo alla vasca!!
Annunci

Quando si avanza con la mano in acqua, lo “spear point” ovvero dove si “arpiona l’acqua” è il punto dove si arriva con il massimo avanzamento della mano è una delle principali cause dell’assetto errato e di dolori alla spalla.
Molto spesso nei principianti come me, lo “spear point” è troppo a pelo d’acqua.
PerBlog
Eccomi in un’immagine di 3 anni fa.
Sembra facile ma non lo è, non è facile andare a colpire nella posizione giusta, troppo spesso si punta troppo in alto o troppo al centro.
Se si spara troppo in alto ( errore comune nella maggior parte dei principianti ) allora si tende ad avere il bacino troppo basso con un notevolte aumento dell’attrito nell’avanzamento.
Se si spara troppo al centro si tende ad avere le spalle troppo inclinate con poca stabilità laterale e relativo rischio di gambata a “forbice”.