settembre 2014


poolSabato mattina, lontano da preoccupazioni ho ripreso a nuotare secondo la filosofica Total Immersion.
Beh in precedenza ho acquistato un tempo trainer, ora c’e’ la versione pro con la batteria ricambiabile, dato che il primo modello che acquistai nell’autunno del 2008 mi abbandonò l’anno scorso.
Cmq con il tempo trainer ( TT ) si modula l’allenamento e si percepisce il decadimento della bracciata all’aumentare della distanza. Ecco il “core” dell’allenaento
5×200 con TT da 1.16 – 1.14 – 1.12 – 1.10 – 1.12 ( bracciate x vasca da 18 a 21)
poi esericizi vari e di nuovo
4x50m con TT settato a 1.00 stavolta veloci..

Ottime sensazioni ed allenamento gradevole.

Annunci

Be strong, be a triathlete

Be strong, be a triathlete

Sabato scorso, località Annone Brianza per un triathlon olimpico.
Data la vicinanza, dato che preferisco gareggiare di sabato perchè così riposo la domenica mi sono buttato in questa gara.
Il triathlon è uno sport, che ha una sua valenza. Non va visto come l’insieme di 3 sport diversi, nel triathlon bisogna essere capaci di combinare il tutto non da sottovalutare l’aspetto logistico che può incidere nella velocità dei cambi.
T1: zona cambio da nuoto a bici, la più difficile specialmente se si usa la muta, sabato ancor di più perchè dovevi avere l’accortezza di insaccare tutto per bene perchè poi ci pensa l’organizzazione a portare la sacca numerata all’arrivo.
T2: zona cambio da bici a corsa: più facile della T1 ma sempre un pò critica.

Sabato ho dato fondo alle mie capacità. Nel nuoto meglio dell’altra volta ma 28′ e rotti , poi la bici, un percorso nella brianza, dove il ciclismo è di casa, dove ci sono le salite mitiche come il Ghisallo e la Colma di Sormano. Sabato c’era il più modesto ma famoso Colle Brianza che cmq fatto al massimo mi ha fatto sputar l’anima.
Quindi mi presento provato all’arrivo in T2 e comincio a correre, trovo la sgradita sorpresa di un percorso vallonato pure nella corsa: vabbè dopo 2 km di adattamento ho cercato ancora di spingere, alle 14 del pomeriggio nel verde dei laghi il caldo ha cominciato a farsi sentire.
Ma ce l’ho fatta: il tempo finale 43’13” mi dice che il percorso è più corto di 10km, perchè un tempo del genere sul saliscendi non lo faccio di sicuro, tanto più dopo una tirata del genere in bici, ma tant’è. Provato arrivo alla fine, con i complimenti del ragazzo quando gli dico che quest’anno ho fatto i 50.